ProgettoD Progettazione software WebBased

Fallo con TeamORG...

Un gestionale gratis; perchè?

PERCHE’ TEAMORG E’ GRATIS

Sorge spontanea una domanda: perché questo gestionale è gratis? Esistono strutture per lo più truffaldine che nascondono intenzioni di inganno proprio dietro la parola "gratis": telefonate gratis per 5 minuti e poi paghi 8000 euro all’ora. Sommersi da proposte spazzature come questa appena estremizzata, è comprensibile la diffidenza verso tutto ciò che viene regalato.

Una tecnica di vendita utilizzata dai mercanti, per lo più dai venditori ambulanti, è quella di fare un regalo, tipicamente un dono di poco valore: ciò crea in chi lo riceve una naturale propensione a contraccambiare, che porta ad eseguire un acquisto. Questo comportamento, deriva da un assioma scolpito nella nostra cultura: abbiamo la necessità di fissare un prezzo per ogni prestazione. Una transazione di mercato seria, quindi, parrebbe presupporre una corretta controparte economica in cambio di una produttività.

Eppure i più clamorosi casi di successo legati alla rete internet, paiono suggerire regole diverse: quanto costa sottoscrivere un account Facebook o LinkedIn? O utilizzare Google? E quanto valgono oggi commercialmente questi strumenti? La rete stessa nasce da una libera condivisione delle risorse e delle informazioni: ne sanno qualcosa i giornali, che devono fare i conti con una riduzione di introiti dovuta alle mancate vendite. Internet sta dicendo che chiedere soldi in cambio di un servizio non funziona: una gran brutta notizia per chi credeva di trasporre il proprio modello di impresa alla rete, mantenendo i concetti di business inalterati.

Occorre pensare a qualcos’altro: si deve cambiare, si deve mettere in discussione il metodo; si deve ripensare al concetto stesso di guadagno, ridefinendo le strategie o gli operatori del ROI, quantomeno rifasandoli nel tempo. Ecco che quindi un prodotto gratuito è il mezzo opportuno per creare un polo sportivo di successo. Vogliamo che TeamORG diventi uno standard di mercato, e che non costi nulla averlo.

QUINDI NON SPENDO NULLA?

Dopo il primo anno in cui non è necessario versare nemmeno un centesimo, dal secondo anno in poi è richiesta una quota di euro 30 (trenta) annui. Il pagamento di una soglia minima, ci permette di mettere una barriera e riservare TeamOrg soltanto agli utenti che, come te, non lo considerano un passatempo ma uno strumento di lavoro serio.

Si sancisce, così, un impegno reciproco, che ti fornisce una garanzia di continutà del servizio: per noi c’è l’impegno alla conservazione dei dati, garantendo back–up quotidiano, e l’impegno a fornire prestazioni di utilizzo adeguate; da parte tua, l’intenzione a tenere vivo il rapporto.

Va da se che la Società Sportiva non si assume mai impegno di rinnovo, e può in qualunque istante disdire la sottoscrizione.

Il rinnovo a 30 euro/anno, ti da diritto di utilizzo della versione condivisa da chiunque che, come te, voglia utilizzarla. Nel caso questa tu preferisca una soluzione riservata solo alla tua ASD, puoi rinnovare a 60 o a 120 euro / anno; scopri l’offerta della Versione a Pagamento.

UN PROGETTO IN COSTANTE EVOLUZIONE

Come tutti i prodotti web, TeamORG deve superare una serie di difficoltà che costituiscono per ProgettoD la sfida quotidiana, da cui un continuo lavoro di perfezionamento:

  1. sembrerà banale, ma la finalità prima di un software gestionale per ASD è servire a qualcosa, ossia individuare le necessità operative che l’organizzazione di una società sportiva può avere, e fornire delle soluzioni. Per questo cerchiamo di installare un dialogo con tutti coloro che utilizzano TeamORG rendendoci disponibili anche ad interventi migliorativi o a modifiche: le vostre idee rendono migliore il nostro prodotto
  2. chi si appresta ad utilizzare TeamORG, lo fa in autonomia, da autodidatta: il gestionale, pertanto deve essere estremamente semplice nell’utilizzo, per non scoraggiare i meno "addetti ai lavori"
  3. TeamORG non può permettersi di essere fallace, ossia generare errori di funzionamento: il nostro gestionale cerca di conquistare la fiducia di chi esegue una prova click dopo click, consapevole che una mossa sbagliata può produrre una anomalia di funzionamento, del tutto accettabile pensando a quanto è esteso e sofisticato il software, ma probabilmente fatale nel percorso di convincimento dell’utilizzatore.
  4. TeamORG deve garantire a chi decide di utilizzarlo, una stabilità e una regolarità di funzionamento durevoli e costanti. Essenziale quindi il lavoro di manutenzione sistemistica degli archivi del Database, che viene svolto quotidianamente.

 

IL TUO ADATTAMENTO.

Pur simili e con medesime problematiche e obiettivi, ogni ASD è un’oasi di perizia a parte: c’è sempre una stampa o una gestione particolare, senza cui non è possibile lavorare.

TeamORG, in realtà, costituisce una sfida importante anche per chi decide di adottarlo: per utilizzare il nuovo sistema sarà necessario un minimo di adeguamento funzionale e un piccolo cambio di abitudini, che talvolta può essere impegnativo e pesante, soprattutto se sommato agli altri lavori necessari per mandare avanti le attività di gestione della vostra ASD. Può però valerne la pena, se in cambio puoi avere una organizzazione che correrà con te nei prossimi anni.

ASPETTO SICUREZZA.

Decidere di trasferire un Database con i propri dati verso uno storage cloud, ossia su un server remoto, anziché custodirlo sul disco fisso del proprio PC, è decisamente impegnativo. Istintivamente si è convinti che custodire tra le sicure mura della sede sociale le proprie informazioni gestionali, sia una solida garanzia contro la perdita dei dati. La medesima difficoltà vi era dal passare dagli archivi cartacei a quelli informatici, un insieme di zero e di uno che non potevano garantire il famoso motto "Carta Canta".

Ogni tecnico informatico che possieda anche minimi concetti di sicurezza informatica, elencherebbe tutta una serie di motivi per cui il proprio PC o il server aziendale, è il luogo meno adatto a cui affidare la conservazione dei propri archivi informatici; eppure probabilmente non sarebbe abbastanza persuasivo. In realtà tutti noi stiamo già facendo esperienza di cloud: basti pensare alla propria posta elettronica; ma dobbiamo ancora metabolizzare il concetto.

Pensando a questa necessità, TeamORG permette uno scarico puntuale dei propri dati sul proprio PC in qualunque momento; ossia: si potrà usufruire delle risorse del software mantenendo in locale una copia dei dati. Inoltre è possibile un accesso al sistema con doppia password, creata al momento e comunicata all’utente via e-mail, che pone il collegamento a TeamORG ad un livello di sicurezza analogo ai portali finanziari.